Bologna sotterranea: Itinerario Civile

Bologna sotterranea: Itinerario Civile

L’attività in autonomia o cosiddetta “senza guida” proponibile da BWA, nella sezione storico-culturale e all’interno di sotterranei in assenza di acqua, può annoverare una serie di siti, che testimoniano la vita cittadina di varie epoche e di diversificati contesti storici e culturali, interessando gli ambiti religioso, militare e civile. E’ opportuno ricordare che il materiale a supporto di questi percorsi deve essere necessario, ma non sufficiente, in modo da dare stimoli ad una visita più ricca ed accurata, condotta dalle guide. Nella fattispecie, si darà indicazione che l’intera serie di siti si può visitare in autonomia in un lasso di tempo contenuto (anche solo in una giornata), ma che alla visita guidata di ogni sito occorre dedicare almeno due ore, intervallandole con adeguate soste rifocillanti, a base di acqua ed altro.

Itinerario Civile (2 tappe)

In questa sezione vengono proposti due siti, caratterizzati da forte originalità ed impatto emotivo, storicamente adibiti ad attività antropologiche e ludiche. Sono situati uno in pieno centro, l’altro in collina, tuttavia comodamente raggiungibile dal servizio pubblico. Anche in questo caso, verrà raccomandata l’alternanza visita / spuntino, segnalando i punti di ristoro che si trovano in loco o lungo il tragitto per raggiungere il sito.

1. Palazzo Maccaferri – La cisterna cinquecentesca, superbamente recuperata e conservata, attualmente inserita nell’Hotel “I portici”, che ha valorizzato l’ambiente con un’originale cantina.

2. Villa Guastavillani – L’interessante, preziosa e rara “grotta”, ovvero la grande camera sotterranea, incrostata di pietre colorate, conchiglie e frammenti di marmo, e dotata di presunti giochi d’acqua…