Giardini Margherita

Giardini Margherita

I Giardini Margherita è il più conosciuto e frequentato dei parchi pubblici bolognesi, a pochi passi dal centro storico, fra le Vie Murri e Castiglione. Realizzato su progetto del piemontese Sambuy e aperto al pubblico nel 1879. Il nome ufficiale dei Giardini era allora “Passeggio Regina Margherita” ha ospitato in passato importanti manifestazioni cittadine, come l’Esposizione Emiliana del 1888, ed è davvero, da più di un secolo, il tradizionale passeggio dei bolognesi.

L’estensione attuale è di 26 ha circa. L’attuale aspetto del parco è ancora molto simile al disegno originario. C’era il laghetto artificiale con le sue sponde rocciose di selenite (il gesso proveniente dalla vena collinare). C’era uno chalet in legno adibito a punto di ristoro per il pubblico, collocato sul piazzale vicino. C’erano strade ghiaiate, attorcigliate attorno al laghetto e numerosi sentieri laterali. Era anche possibile andare in barca sull’acqua, e anzi ancora si vedono le scalinate che dal ponticello scendevano alle imbarcazioni. Il vecchio chalet è andato perduto, e quello di oggi sorge proprio sull’acqua. Punto di sosta per i visitatori, romantica vista sul lago, discoteca estiva: è certamente ancora questo il cuore del parco.

Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background