Centrale Idroelettrica della Canonica

Centrale Idroelettrica della Canonica

La centrale, posta nell’alveo del canale, altro non farà che trasformare in energia elettrica il flusso che comunque percorre i canali senza consumare acqua e fornendo alla comunità casalecchiese energia pulita senza aggravi di costi. Il canale e il Consorzio di conseguenza potranno tornare alla vocazione storica assicurando il funzionamento ormai ventennale alla centrale del Cavaticcio e al nuovo impianto della Canonica. A beneficiarne sarà anche, oltre al canale di Reno, tutto il reticolo sotteso, infatti, un elevato flusso garantirà la presenza di acqua imprescindibile per l’igiene ambientale del suolo e del sottosuolo cittadino e, a nord di Bologna, anche per l’agricoltura. Il cittadino potrà godere della presenza nel canale del maggior quantitativo d’acqua possibile in una città che tornerà ad essere, pur lontana da un fiume e dal mare, una città d’acqua(dichiarazione di Carlo de Angelis, presidente del Consorzio della Chiusa di Casalechio e del canale di Reno). Nel 2011 il Comune di Casalecchio di Reno ha approvato il Piano energetico comunale, con il quale ha scelto di condividere appieno l’obiettivo di risparmio energetico formulato dalla Direttiva Europea 20-20-20 (ridurre del 20% le emissioni di gas a effetto serra, portare al 20% il risparmio energetico e aumentare al 20% il consumo di fonti rinnovabili), impegnandosi per reindirizzare i consumi energetici del territorio comunale verso l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili. Per raggiungere questo risultato sono già state realizzatepiattaforme solari di quartiere sugli edifici di proprietà comunale che contribuiranno alla nascita della prima Comunità Solare di cittadini. La centrale idroelettrica della Canonica, che sorge in un sito storico per i Casalecchiesi dove si trovava l’antico Mulino, è un ulteriore tassello nella direzione delle energie rinnovabili. Siamo lieti di aver collaborato con il Consorzio alla realizzazione di quest’opera che sarà oggetto anche di visite didattiche da parte delle scuole. Casalecchio di Reno si pone così tra i comuni della Provincia di Bologna più attivi nell’uso e nella promozione delle fonti alternative di energia grazie agli interventi messi in campo da soggetti pubblici e privati (dichiarazione di Simone Gamberini, Sindaco di Casalecchio di Reno). L’avvio della Centrale Idroelettrica della Canonica è per SIME Energia motivo di grande soddisfazione. Il percorso, iniziato già nel 2007 con l’interessamento del Comune di Casalecchio e del Consorzio della Chiusa di Casalecchio e del Canale di Reno ha finalmente avuto il suo compimento. SIME Energia, da sempre impegnata nell’utilizzo razionale dell’energia, è il soggetto privato che ha realizzato l’impianto, investendo le proprie risorse umane e finanziarie per ottenere il risultato prestigioso di ripristinare un utilizzo storico dell’acqua che da secoli percorre il Canale di Reno presso l’antico salto del Mulino della Canonica. La produzione di energia elettrica da una fonte totalmente rinnovabile e pulita per una quantità di circa 2,5 GWh all’anno – corrispondente al consumo di circa 1000 famiglie – consente la riduzione di emissioni di anidride carbonica di almeno 1250 t/anno. L’acqua, che nuovamente scorre in modo abbondante nel Canale di Reno, dà una nuova vita a quella parte di Città che lo costeggia (dichiarazione di Gian Carlo Picotti, Sime Energia).