Luoghi

Giardini Margherita

Giardini Margherita

I Giardini Margherita è il più conosciuto e frequentato dei parchi pubblici bolognesi, a pochi passi dal centro storico, fra le Vie Murri e Castiglione. Realizzato su progetto del piemontese Sambuy e aperto al pubblico nel 1879. Il nome ufficiale dei Giardini era allora “Passeggio Regina Margherita” ha ospitato in passato importanti manifestazioni cittadine, come l’Esposizione Em ...[Read More]

Giardino del Guasto e rifugio antiaereo

Giardino del Guasto e rifugio antiaereo

Prima della distruzione di Palazzo Bentivoglio, avvenuta nel 1507, l’area in cui oggi sorge il giardino era occupata dal giardino privato del palazzo, voluto da Sante Bentivoglio e arricchito da una preziosa fontana marmorea le cui acque erano state fatte confluire dalla collina di San Michele in Bosco. Dopo il saccheggio e la distruzione, i detriti vennero accumulati fino a formare una coll ...[Read More]

Fonte Alexander

Fonte Alexander

La fonte Alexander sorge all’interno delle Terme Felsinee, che alimenta, insieme alle Terme San Petronio, tramite una condotta corrente lungo l’antica via della seta. Le Terme Felsinee rappresentano lo stabilimento più longevo attualmente aperto al pubblico nell’area urbana di Bologna, essendo state, sin dal 1995, riconosciute dal Ministero della Salute per le proprietà terapeutiche. Le acque term ...[Read More]

Museo della storia di Bologna a Palazzo Pepoli

Museo della storia di Bologna a Palazzo Pepoli

Il Museo della Storia di Bologna in Palazzo Pepoli Vecchio è stato inaugurato il 27 gennaio 2012 e aperto al pubblico il 28 gennaio 2012, in occasione dell’Art White Night di ArteFiera. Cuore di Genus Bononiae, Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna rappresenta un percorso museale dedicato alla storia, alla cultura e alle trasformazioni di Bologna, dalla Felsina etrusca fino ai nostri ...[Read More]

Opificio della Grada

Opificio della Grada

Le prime notizie certe si hanno nel 1680, anno in cui …”si richiede di costruire un edificio che si farebbe nel pezzo di Ponente sopra il Canale di Reno, che rimane isolato di qua dal ponte della strada alla Grata di Reno”. La costruzione avvenne poi successivamente, tra il 1681 e il 1683 con funzione di pellacaneria. Svariate volte l’Opificio cambiò di mano fino al giugno del 1791 quando il Corpo ...[Read More]