Bologna Wellness

Cisterna di Valverde (Bagni di Mario)

Cisterna di Valverde (Bagni di Mario)

Bagni di Mario è il nome erroneamente dato alla Cisterna di Valverde, quando fu scoperta nel XX secolo, supponendo che fosse un centro termale di epoca romana. Invece è di epoca rinascimentale (1563) e venne realizzata da Tommaso Laureti, architetto palermitano, per alimentare la Fontana del Nettuno. Giunta ai giorni nostri senza mai essere restaurata, la costruzione è formata da una vasca princip ...[Read More]

Grotta del Ninfeo

Grotta del Ninfeo

Nel 1575 il cardinale Filippo Guastavillani, nipote del papa Gregorio XIII, fece costruire sul monte di Barbiano, a Bologna, un palazzo di dimensioni grandiose, tanto che fu spianata la sommità di un colle per fare posto al grande edificio. “Una parte del monte venne sistemata a pianoro, per accogliere il sole dalla parte di mezzogiorno, mentre una loggia a tre fornici era costruita dalla parte di ...[Read More]

Cripta di San Zama

Cripta di San Zama

Uno dei punti più antichi della Cristianità di Bologna, è visitabile prendendo contatti con il comando militare di Bologna. Oppure guarda negli eventi, il nostro progetto prevede di aprire la cripta al pubblico con visite guidate. La storia della cripta è legata al sorgere della prima comunità cristiana bolognese. Si è a lungo creduto che San Zama fosse la prima cattedrale, perchè proprio in quest ...[Read More]

Fontana del Nettuno

Fontana del Nettuno

Dal 1564 al 1881 “il Nettuno” è stata l’unica fonte di acqua “buona” della città di Bologna, in quanto veniva direttamente dalle sorgenti collinari della Remonda e di Valverde. Nel 1800 medici e ingegneri del comune di Bologna scoprirono che i cittadini residenti nelle adiacenze del Nettuno, e che quindi bevevano di questa acqua, si ammalavano di colera in misura inferiore rispetto a tutti i resta ...[Read More]

Giungla metropolitana (da via Morgagni a Capo di Lucca)

Giungla metropolitana (da via Morgagni a Capo di Lucca)

Giungla metropolitana. Ecco lo slider delle fotografie del periodo nel quale era possibile navigare il canale delle Moline, proprio nel centro della cittò. Attualmente il percorso non è navigabile e uno degli obiettivi del comitato è proprio quello di rendere nuovamente agibile il percorso a tutti. Buona visione! Se sei interessato a dare una mano alla riapertura al pubblico del percorso, scrivici ...[Read More]

Amici delle Acque e dei Sotterranei di Bologna

Amici delle Acque e dei Sotterranei di Bologna

La “storia” dell’Associazione parte da lontano, ossia più di cinquant’anni fa, allorquando uno dei suoi fondatori, Antonio de Capoa, che  era un bambino di pochi anni, fu affascinato dal canale di Savena che all’epoca scorreva all’aperto nei dintorni di una via collinare, via Siepelunga, per poi sparire per dei tratti, inghiottito dalle coperture stradali, per p ...[Read More]