La griglia della centrale elettrica del Cavaticcio

La griglia della centrale elettrica del Cavaticcio

Fin dal Medioevo dal canale di Reno, coperto intorno alla metà del Novecento, si diramava una complessa rete sotterranea di condotti per la distribuzione di acqua a diverse attività produttive. I filatoi della seta, in gran parte distribuiti nella zona compresa fra via San Felice e via Nazario Sauro, costituirono le attività di maggior rilevanza economica fino alla crisi del mercato serico (fine XVIII secolo).

alimentazione-filatoi-canale-reno-bologna-1 alimentazione-filatoi-canale-reno-bologna-2

Quella che vedete nella foto è una griglia per trattenere le impurità che potrebbero danneggiare la centrale elettrica del Cavaticcio, di costruzione recente, posta esattamente dove un tempo sorgevano gli antichi filatoi. Oggi la centrale del Cavaticcio è un’importantissima centrale idroelettrica per la città di Bologna che si poggia esattamente sugli stessi corsi idrici sui quali un tempo si reggeva l’industria della seta.